Seleziona una pagina

Cooking-Glove-128 ANELLO DI MONACO

  • 500 gr di farina bianca
  • 75 gr di lievito di birra
  • 4 uova
  • 150 gr di burro
  • 50 gr di zucchero
  • 1 bicchiere di latte tiepido
  • buccia di limone
  • 100 gr di nocciole sgusciate
  • 100 gr di mandorle sgusciate
  • 100 gr di marmellata
  • 100 gr di zucchero
  • un po’ di liquore dolce

Sciogliere in una tazza il lievito di birra con un cucchiaio di zucchero, farina, e latte tiepido. Mescolarli e mettere la miscela a lievitare in ambiente tiepido. Bollire 10 cucchiai d’acqua con lo zucchero.
Miscelare il composto con le nocciole e le mandorle tritate. Quando l’impasto è freddo aggiungere due chiare d’uovo montate a neve. Riprendere la pasta lievitata e mescolarla con farina, zucchero, buccia di limone, burro, due tuorli, due uova intere e un pizzico di sale e impastare. Fare lievitare per la seconda volta.
Dopo circa un’ora infarinate la pasta dandole una forma rettangolare, spalmatela con la farcitura, arrotolatela e mettetela in una teglia imburrata. Cottura a forno alto per 40 minuti.

E’ un dolce dalla complessa preparazione tipico della città di Mantova, dove è il dolce più consumato nel periodo di Natale. Ha una caratteristica forma a ciambella ed un gradevole sapore di burro, mandorle e nocciole. La pasta di questo dolce ricorda il panettone di Milano ed in effetti alcune fasi di preparazione sono simili, soprattutto per quanto riguarda la lievitazione. A differenza però del “cugino” milanese, l’Anello di Monaco ha un buco nel mezzo, largo quasi come una bottiglia bordolese ed è decorato sulla superficie da una spessa glassa bianca di zucchero. Inoltre, a differenza del panettone, l’interno del dolce ha diversi strati di farcitura in cui si alternano nocciole e mandorle tostate, zucchero e Marsala, e in alcune versioni si trova anche la cioccolata.