Seleziona una pagina

Cooking-Glove-128 SUGOLO

  • Uva nera matura q.b. per ottenere 1 litro di mosto
  • Farina bianca 100 gr

Mettete gli acini d’uva in una pentola e fateli bollire finché la buccia si romperà, “crepando”. Toglieteli dal fuoco, schiacciate bene gli acini e colate il liquido ottenuto. Versate il mosto a poco a poco sulla farina, mescolando bene per non formare grumi e rimettete sul fuoco a bollire, sempre mescolando, per 10 minuti circa. Versatelo poi a raffreddare in stampini da budino.

Budino tipico del periodo della vendemmia, il Sugolo si prepara con uva solitamente da tavola. Ci sono due tipi di Sugolo: uno ottenuto dall’uva cotta e l’altro ricavato dal mosto d’uva. Gli intenditori affermano che il Sugolo tradizionale sia solo quello ottenuto dalla crepàda, ossia dagli acini d’uva spaccati durante la cottura per effetto dell’ebollizione, e non da quelli pigiati in precedenza come per la preparazione del mosto. Di consistenza morbida e compatta come un vero e proprio budino, il Sugolo ottenuto dalla crepàda ha un color rosso cupo, mentre quello preparato con il mosto ha un colore più chiaro.

Il Sugolo è tipico della provincia di Mantova. In particolare, la fascia collinare a sud del Benaco riesce a beneficiare della mitezza del clima del maggior lago italiano, il lago di Garda. Gli ingredienti del Sugolo evocano l’origine arcaica del prodotto che è riuscito a sopravvivere negli anni, nonostante le crescenti restrizioni delle norme comunitarie, insieme a numerose altre specialità mantovane. Il Sugolo ha un intenso sapore di uva e un gusto piuttosto amarognolo.