Seleziona una pagina

Zucca Mantovana

Frutto della famiglia delle cucurbitacee e originaria dell’America centrale, la zucca è alla base di molti piatti tradizionali della cucina mantovana, come i tortelli, gli gnocchi e il risotto di zucca. Caratterizzata da polpa pastosa e dura, con sapore dolciastro, la zucca è un prodotto dalle mille virtù. Si tratta di un alimento dal bassissimo apporto calorico (circa 17 calorie per 100 grammi di prodotto), dovuto all’alta concentrazione di acqua (94%).

Oltre a essere povera di zuccheri semplici, aspetto che la rende molto leggera, è ricca di vitamina A e C: possiede proprietà digestive, rinfrescanti, lassative e diuretiche. Una zucca di buona qualità si riconosce dal fatto che: una volta tagliata, non si presenta secca in superficie, con i semi non anneriti, mentre lo spessore della polpa è direttamente proporzionale alla qualità.  Se si vuole conservare a lungo una zucca, dopo la raccolta è utile farla asciugare al sole per qualche tempo, ed è necessario tenerla in un luogo fresco e asciutto.

 

Le varietà maggiormente coltivate nel mantovano sono:

  • Cucurbita maxima, che è il tipo più comune, di forma globosa schiacciata ai poli (nelle varietà Piacentina e Mantovana, di colore verde-grigio; Marina di chioggia, di colore verde e peso attorno agli 8 chilogrammi; Americana, giallo-verde e costoluta; Turbante, con parte superiore di colore arancio vivo e parte inferiore biancastra);
  • Cucurbita moscata, di forma allungata (nelle varietà Ungherese o Violino con buccia giallo-arancio e peso dai 2 ai 6 chilogrammi);
  • Delica, ibrido con buccia verde vivo, liscia e molto precoce.